Project CARS Recensione PS4

Project CARS

Project CARS Recensione PS4

Nel mondo dei videogiochi di oggi, praticamente senza scrupoli, è raro vedere dei miracoli, oggi però siamo qui per raccontarvi proprio di un miracolo chiamato Project CARS, un gioco rivelatosi essere una vera è propria simulazioni automobilistica. Project CARS, acronimo di Community Assisted Racing Simulator, è stato interamente finanziato dagli utenti e progetto in rete dal talentuoso team di sviluppo Slightly Mad Studios.

Partiamo al mille e parliamo del punto forte del titolo, e cioè la simulazione. Project CARS è un titolo “molto simulativo” e grazie all’eccellente lavoro svolto dagli sviluppatori ha soddisfatto tutte le nostre impressioni. Ogni vettura è un mondo a parte, ve ne sono tantissime e di qualsiasi tipologia, e proprio questo ha influenzato lo sviluppo di alcune, a nostro parere più curate di altre. Il risultato comunque è sbalorditivo e rasenta la perfezione simulativa. Ogni parte della vettura è praticamente personalizzabile per adattarla alle vostre esigenze. Project CARS comunque è molto intuitivo e risulta anche giocabile dai meno esperti. Sarà infatti possibile scegliere tra tre preset, che vanno dal più arcade, passando per una via di mezzo per finire con la simulazione pura. Non preoccupatevi l’esperienza offerta rimane comunque altissima e avrete bisogno di molte ore di gioco per trovare la vostra tecnica vincente. Chi di voi pensa che per giocare al top avrà bisogno di un volante si sbaglia di grosso, il titolo è pienamente giocabile con un comune joypad, pero’, c’ è sempre un pero’, il nostro consiglio è quello di procurasi un volante, non c’è bisogno di spendere cifre folli, per sfruttare appieno questo simulatore.

project_cars-2522508

Se amate la modalità single player allora sarete contenti di sapere che il gioco ha tre modalità principali che vanno dalla carriera, dove dal nulla dovrete diventare un campione, alla difesa del titolo e al dominio sulle discipline, dovete dominare su tre diverse tipologie di veicoli. Il team di sviluppo ha deciso di mettere tutte le auto subito a disposizione per rendere l’esperienza immediata e coinvolgente sin dal primo minuto di gioco. Il titolo è completamente personalizzabile, la carriera, le gare singole, condizioni meteo, pit stop, la durata di una gara etc. Ottima l’IA del gioco, molto aggressiva, capace di strategie complesse, ma anche di commettere errori, incidenti uscite di pista etc. Un po’ sotto tono le collisioni, dove i danni dei veicoli avvolte risultano troppo devastanti rispetto impatto subito. Ottima la quantità di veicoli, oltre 70, e dei circuiti, riprodotti esattamente come le piste più famose.

project_cars_r5-1024x575

Per quanto riguarda la componente multiplayer il tutto risulta molto godibile e buono in generale. Le gare sono tante, e non mancano le sfide con i fantasmi, con gli amici, obiettivi giornalieri etc, per 30 giocatori con server dedicati. Per quanto riguarda la parte tecnica, abbiamo provato la versione PS4, vi diciamo subito che il livello di dettaglio e la fluidità sono impressionanti; il gioco è fottutamente bello da vedere, è tutto perfetto, pista, interno dei veicoli, panorami e il passare del tempo è assolutamente superlativo. Su PS4 il gioco rende davvero molto bene, ma per apprezzare della bellezza al 100% dovrete per forza di cose disporre di un PC di fascia alta. Nonostante non raggiunga le vette del comparto grafico il sonoro è comunque di alto livello. Unico neo in tutta la produzione è la mancanza di alcune licenze ufficiali, ce ne sono tante, ma qualcosa in più non avrebbe guastato.

Conclusioni

Project CARS è il gioco che ogni amante del genere dovrebbe comprare, giocandoci non verrete più staccarvi, da una grande sensazione di velocità e impazzirete non appena sentite il rombo dei motori. Se poi aggiungete ricchezza dei contenuti, solidità del gameplay e un comparto grafico eccezionale, allora vi accorgerete di avere tra le mani un must have da avere assolutamente.

VOTO 9 / 10

About the author

Redwind

Fin dai primi anni 80' ho cominciato ad interessarmi di videogames e Computer. Le console le ho provate quasi tutte, sono partito con una Intellivision (passando per Commodore 64, Amiga 500 e PC) e non mi sono più fermato. Oggi continuo sempre a giocare con le console e a lavorare coi PC, mi tengo aggiornato sul campo Hi-Tec e coltivo più che mai le mie passioni di WebMaster e Editor.