Recensione Dirt Rally XONE

Codemasters con DiRT Rally ha fatto una scelta veramente coraggiosa. La casa inglese ha ascoltato i suo fan e ha deciso di realizzare un gioco diverso da tutti gli altri DiRT per avvicinarsi maggiormente ai desideri dei giocatori.

DiRT Rally finalmente si è tolto di dosso quella modalità arcade presente negli scorsi capitoli della serie ed è diventato, finalmente, un vero e proprio simulatore di rally con realismo e difficoltà mai visti prima nella serie. Inoltre la casa madre ha confermato che il titolo verrà supportato da nuove espansioni a cadenza mensile fino ad arrivare al suo completamento entro la fine del 2016. Non appena vi metterete al volante, o prenderete il pad in mano, il gioco vi stupirà per la sua ottima giocabilità. Non fraintendete, ci vorrà un pò prima che riusciate a prenderci la mano, quindi non preoccupatevi se nelle prime ore di gioco i vostri tempi saranno altissimi o non riuscirete a completare una tappa. Dopo averci preso la mano saranno solo soddisfazioni e noterete un modello di guida talmente ben riuscito che faticherete a sbagliare.

Dirt-Rally_04

A rendere le cose più facili e reali ci penserà la sensazione di peso e di aderenza dell’auto. Le auto sono più di 25 divise per epoche, dagli anni ’60 a salire, e sicuramente ne verranno aggiunti molti altri attraverso degli aggiornamenti. Le modalità sono davvero tante, Pikes Peak, rallycross, carriera etc. La carriera, molto impegnativa, ad esempio ci permetterà scalare il nostro percorso storico attraverso una serie di campionati caratterizzati da un livello di complessità crescente a bordo di vetture acquistate con i crediti guadagnati durante le competizioni. Se siete molto impegnati, o semplicemente non avete voglia e tempo da dedicare alla carriera, niente paura, c’è sempre la possibilità di correre i rally in maniera singola oppure online. Però sappiate che la sfida e il divertimento più grande che offre DiRT è proprio la carriera.

Il titolo tecnicamente è molto valido, la conversione da PC è stata ben fatta, e da subito noterete una grafica mozzafiato seguita da una fisica molto realistica. Gli sviluppatori hanno abbassato un pò il livello grafico per garantire un frame rate che si attesta sempre sui 60 fps, il quale garantisce un alto senso di velocità e una risposta della vettura sempre immediata. I danni delle auto sono veramente iper curate, come graffi, ammaccature, gomme che si bucano, motori fumanti etc. Attenzione perchè se in una gara notturna romperete i fari non vedrete più nulla. Altra chicca sono le varie condizioni meteorologiche, come pioggia, che tenderà a farvi sbandare, neve, ghiaccio o fango che metteranno veramente a dura prova la vostra tecnica di guida. Guidare e battere i tempi non sarà impresa da poco, gli avversari sono molto forti, e anche con gli aiuti attivi le cose non miglioreranno molto. Scordatevi i rewind, come ad esempio in GRID, che permettono di riavvolgere il tempo in caso di errori, qui ogni volta che farete un fuori pista vi aspetterà una penalità di ben 15 secondi. Un consiglio che posso darvi è: “ascoltate molto attentamente il vostro navigatore”.

2869254-ss_b44694431466b045d44cbfedc86367d07032d9d8.1920x1080

 

Conclusione

In conclusione posso dire che l’approdo di DiRT Rally nel mondo console si rivela molto riuscito, e può pure contare su delle simpatiche aggiunte, come sette vetture nuove di zecca, il rallycross classico con le Mini, l’originale Pikes Peak su sterrato etc. Queste novità vanno a completare un quadro complessivo che mette in scena la storia di quaranta anni di rally in maniera molto curata e assai convincente.

 

Voto Finale 9/10