Uncharted 4 fine di un ladro Recensione PS4

Che il quarto capitolo della serie di Uncharted creato da quei mostri di Naughty Dog non fosse un titolo atteso in redazione anche dovuto dal fatto dei continui rinvii che hanno portato all’uscita del gioco al 10 Maggio nessuno aveva dei dubbi. Per chi non ha mai giocato ad un gioco di codesta serie be si vada a fare un clistere o si procuri i tre capitoli usciti su Ps3 o la collection remastered uscita su Ps4 e non disnegni di giocare anche a quello uscito sulla Ps Vita ( unico gioco che vale l’acquisto).

20160510-144744.jpg

Sono passati alcuni anni dal terzo capitolo di Natan Drake e dopo una breve e lunga intro ritroviamo il buon Natan in pensione dalle sue avventure e sposato; naturalmente il suo stare a casa non durerà molto e ci ritroveremo immersi in luoghi fantastici e mirabilianti avventure con i nostri cari e vecchi amici.

Il gioco si divide in due parti, i primi capitoli un po’ più lenti con molti filmati in stile “FILM” per poi veder salire l’adrenalina a mille nei vari capitoli.

20160510-144737.jpg

Lo stile di gioco è sempre lo stesso come ormai molti titoli usano fare come la serie Assassin’s Creed o Tomb Raider cioè quello di emulare l’uomo ragno con salti, arrampicate nei punti più disparati, il gioco comunque risulta fluido e si lascia giocare tranquillamente.

Una novità è quella delle risposte multiple in cui potrete scegliere quale risposta dare nei vari colloqui che avrete con i personaggi che incontrerete.

La grafica risulta tra le migliori mai viste in un gioco e possiamo dire che Nautghy Dog ha sfornato l’ennesimo capolavoro e questo ci lascia ben sperare per un futuro The Last of Us.

20160510-144751.jpg

 

Conclusioni

Un titolo da avere e provare a tutti i costi, un motivo per avere la Ps4.

Voto Finale 10/10