LET’S PLAY: ECCO CHI HA CONTRIBUTO AL SUCCESSO DEL PRIMO FESTIVAL DEL VIDEOGIOCO D’ITALIA

Un evento da 31.300 visitatori realizzato grazie ai partner e alle realtà istituzionali che hanno creduto in questo progetto ambizioso. Grande folla e tanti acquisti nelle aree di Euronics, retailer in esclusiva del Festival

Si è concluso da pochissimo Let’s Play, il Festival del videogioco, ed è arrivato il momento di tirare le somme dell’”evento zero” che, per la prima volta, ha portato la città di Roma ad essere il luogo di ritrovo di migliaia di appassionati videogiocatori da tutta Italia. Sono stati 31.300 i visitatori che, in cinque giorni, hanno varcato le porte di Guido Reni District per giocare, ma anche per partecipare ad appuntamenti istituzionali e workshop. Tuttavia, questo risultato non sarebbe stato possibile senza i partner che hanno creduto in Let’s Play sin dagli inizi.

Ci ha creduto, da subito, AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) collaborando in tutte le fasi organizzative, ma anche CNI UNESCO e UNESCO Giovani che hanno organizzato un incontro dal titolo “Smart Communities need Smart Cultures&Playable cities”, insieme a SmartFactory, Artplace, Play Res e Tim#WCAP. L’evento ha rappresentato, per chi si occupa di Audiovisivo e Animazione, un’occasione di confronto e networking sul futuro economico del settore e sulle possibili connessioni tra mondo videoludico e realtà del patrimonio culturale, turistico, dell’istruzione, della salute, dello sport.

Ha svolto un ruolo importante Invitalia, che ha organizzato un panel dedicato ad aziende e giovani sviluppatori ai quali sono state presentate le agevolazioni e le possibilità di finanziamento che il MiBACT mette a disposizione delle industrie culturali e creative. Oltre al panel, alcuni esperti di Invitalia si sono resi disponibili per approfondimenti sugli strumenti nazionali di sostegno alla nascita e allo sviluppo di imprese nel settore creativo e turistico.

Istituto Luce ha realizzato, su progetto del regista Giancarlo Soldi, un’installazione interattiva che ha permesso ai visitatori di fotografarsi assieme ai personaggi del cinema – da Nanni Moretti ai protagonisti de La Grande Bellezza – catturando le immagini in un divertente gioco multimediale. La struttura farà parte del museo del cinema e dell’audiovisivo che verrà inaugurato a breve negli Studios di Cinecittà.

Un successo di pubblico che è stato possibile anche grazie agli accordi di collaborazione stretti tra Let’s Play e la As Roma, la SS. Lazio, Atac, Invitalia, Poste Italiane, Figc Scuole e Giovani, Bnl Gruppo Bnp Paribas, Cral Enel Arca, Tim, Game On, Roma Gas and Power Basket, Miur “Io studio”, Università di Roma la Sapienza, MaXXI e Auditorium Parco della Musica. Un particolare ringraziamento a Poste Italiane, con il suo visitatissimo stand in cui quattro giovani sviluppatori italiani hanno avuto occasione di raccontare il loro progetto e partecipare al programma PostepayCrowd. Successo di presenze anche per il laboratorio di programmazione e dedicato ai giovanissimi sostenuto da BNL Gruppo BNP Paribas.

Ma Let’s Play è stato anche un successo in termini commerciali. I visitatori hanno avuto modo, infatti, di percorrere i 380 mq degli stand di Euronics, retailer in esclusiva del Festival, e di approfittare delle offerte vantaggiose realizzate ad hoc per l’evento. Grazie a due aree dedicate, una più piccola all’interno dell’area entertainment e una da 340 mq ricca di numerose postazioni di gioco con le ultime novità disponibili sul mercato, sono stati venduti oltre 20 mila prodotti legati al mondo dell’intrattenimento.
Ruolo importante anche quello degli sponsor tecnici che hanno contribuito alla realizzazione e al successo delle aree gaming, ricordiamo tra questi AOC, PlayStation®4 (PS4™), ASUS ROG (Republic of Gamers), Razer, MSI. E infine Fish Eye che ha realizzato i filmati all’interno del festival.

Let’s Play è stato un evento organizzato da Let’s Play Srl e da Q-Academy Impresa Sociale in collaborazione con AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) e realizzato con il sostegno di MiBACT, direzione Cinema, MIUR e Regione Lazio e con il patrocinio di Roma Capitale, CNI UNESCO, ANCI,“UNESCO – Rome City of film”, Centro Sperimentale di Cinematografia, SIAE, Federculture, Confindustria Cultura Italia, sponsor BNL Gruppo BNP Paribas, media partner RDS 100% Grandi Successi, Corriere dello Sport – Stadio, Multiplayer.it, Eurogamer.it, Everyeye.it e Vg247.it.
Tanti nomi e collaborazioni che hanno permesso di organizzare una grande festa durata cinque giorni in grado di appassionare grandi e piccini con attività declinate ad hoc per ogni tipo di target.

About the author

berserk1981

Appassionato di retrogaming e collezionista di videogiochi e giocattoli vintage, comincia all'età di 6 anni a giocare con il commodore 64 di suo fratello, da li una ascesa continua che lo fanno diventare moderatore di vari forum e parte dello staff di Gamescollection.it e Forumeye.it, dove partecipa a vari raduni quali il video game history e il wings of magic ; webmaster di codesto sito nella vita si occupa anche di questo per alcuni giornali on line locali.Sposato con una figlia nel 2010 in Sicilia organizza la fiera Electronics Videogames 2010 che riscuote un discreto successo a livello nazionale, nel mese di Febbraio 2011 sul mensile GameRepublic è collezionista del mese, nel 2012 gli viene dedicata una pagina sul giornale Not Magazine.Nel Dicembre 2015 organizza la prima edizione del Medicomics & Games.